Gli invisibili hanno un nome


Anche gli invisibili hanno un nome, questo è il titolo dell’evento in programma per sabato Sabato 13 aprile in P.le Cesare Battisti a Parma.
Si tratta di un progetto, promosso e realizzato da un gruppo di giovani studenti degli istituti superiori e dell’Università della città, consistente nella lettura pubblica di una parte di nomi delle 35.000 vittime nel mare Mediterraneo, volto a favorire un approccio solidale e non razzista al tema delle migrazioni.
Tale progetto pertanto persegue lo scopo di contribuire alla diffusione di una cultura dell’accoglienza e del riconoscimento degli altri, ripensando i diritti in una relazione profonda con la giustizia.
L’evento si articolerà secondo il seguente orario:
la mattina h. 10-12,30
il pomeriggio h. 15-19,30
Nel corso dell’evento si succederanno, con un ritmo abbastanza serrato, la lettura dei nomi, brevi azioni teatrali, brani musicali cantati e suonati da giovani, interventi delle associazioni che aderiscono all’iniziativa. Chiuderanno il pomeriggio danze popolari, albanesi e greche.
All’evento hanno finora dato l’adesione Forum solidarietà, Ciac, Rete scuole per la pace e l’accoglienza, Chiama l’Africa, Comunità etiope, Parma per gli altri, Rete per il disarmo, Libera, Agesci, AC, Comunità albanese, Comunità greca, Associazione Voce nuova Tunisia, Comitato Salviamo la Costituzione, Coordinamento chiamata contro la guerra, Movimento dei Focolari.

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 13/04/2019
10:00 - 19:30

Luogo
piazza Cesare Battisti